Le nostre scope e spazzole sono prodotte con diversi materiali a seconda del loro scopo di impiego. Le fibre sono per la maggior parte di materiali naturali come fibra, bassina, piassava, arenga e cocco. Questi materiali sono ottenuti da fibre di palma e, a seconda del loro impiego, sono anche miscelati tra loro: l'union, per esempio, è una miscela di fibra e bassina. Utilizziamo inoltre crine di cavallo, setole e peli di capra. Impieghiamo tuttavia anche fibre sintetiche come il nylon, il PVC e il PPN, indispensabili, ad esempio, nella produzione di articoli per l'igiene.

Image

Fibre

Arenga

L'arenga è una setola di durezza da media a bassa ottenuta dalla palma arenga, che si trova principalmente sulle isole della Sonda. Più a lungo la setola si trova allo stato naturale, più alta è la sua qualità. Essa si caratterizzata per la capacità di assorbire poca umidità; è resistente all'acqua, agli oli, alla benzina, ecc ed è quindi perfettamente adatta per scope, scopini manuali e spazzole che raggiungono prestazioni sorprendentemente elevate con rifiuti medio-pesanti. La setola lavorata si consuma quasi completamente, visto che tende sempre a raddrizzarsi completamente. Tuttavia, non è adatta per le polveri sottili.

Setole

Per setole intendiamo setole di maiale. Mentre quelle provenienti dall'Europa centrale sono relativamente corte e di qualità più morbida, quelle dell'Europa orientale sono più lunghe e resistenti. Le setole migliori sono nere, provengono dalla Cina e sono commercializzate con il nome di "Chungking". Altre setole di buona qualità, in colore grigio, sono quelle di Calcutta. Le migliori setole bianche sono ancora una volta le Chungking o Gorstok dalla Russia. Le setole sono utilizzate per la realizzazione di spazzole di alta qualità (spazzole per abiti, per cappelli, per la toelettatura dei cavalli, per tappezzeria, scope di alta qualità, pennelli per il pane, ecc.) e principalmente per i pennelli. Per la pittura vengono utilizzate solo setole lunghe e molto affusolate, mentre le setole più piccole e più morbide sono utilizzate per le spazzole domestiche e spazzole ritorte.

Fibra

La fibra è ricavata dalle foglie nervate e carnose delle piante di agave e ananas. Entrambe le piante si trovano in America Centrale, principalmente in Messico. La polpa delle foglie viene rimossa e le fibre lasciate essiccare, quindi sbiancate e pettinate. Di colore bianco-giallastro, a volte con  un luccichio verdastro, le fibre sono coniche, esattamente come i peli o le setole, cioè crescono più forti e voluminose nei punti in cui emergono dal fusto principale della foglia. Per tale motivo questo punto è anche il più resistente. La fibra viene lavorata da sola e ha buone proprietà abrasive, tuttavia, non è adatta per lo sporco pesante, a meno che non venga mischiata con altri materiali stabilizzanti. Quando viene mischiata con bassine, il risultato viene chiamato union, spesso viene mischiata anche con nylon, radici di riso e con l'arenga. Per le spazzole e le scope che devono essere particolarmente delicate nell'uso, si usa anche la fibra, la quale tuttavia deve essere utilizzata con lunghezze maggiori. Le spazzole in fibra possono essere usate umide e bagnate purché non siano sottoposte a forti pressioni. Man mano che la fibra si asciuga, torna ad essere diritta.

Cocco

Il cocco è la fibra del frutto della noce di cocco che avvolge il cuore del frutto e si trova tra questo e il guscio esterno. Per natura, serve come cuscinetto ed evita che la noce di cocco si rompa quando cade dalla palma. Per arrivare al cuore del cocco, il guscio viene rotto e si ricava così la fibra di cocco, in gran parte ancora incorporata nel guscio. Per questo motivo, esso viene prima sottoposto a fermentazione e poi pettinato e lavorato. Così, a seconda delle dimensioni della noce di cocco, si ottiene una fibra di 30-40 cm di lunghezza. Le fibre non hanno una resistenza omogenea: la parte più resistente è quella centrale.  Più la fibra è lunga, più alta è la qualità, misurata dalla proprietà spazzante. La fibra di cocco viene utilizzata principalmente per semplici scope e scopini a mano.  È molto sensibile all'acqua, in quanto molto assorbente, pertanto le scope, gli scopini a mano e i pennelli in questo materiale non devono venire a contatto con l'umidità. La fibra non si raddrizza completamente dopo essersi bagnata con l'acqua. A causa delle sue prestazioni inferiori, il cocco oggi è sempre meno utilizzato: prestazioni decisamente migliori si ottengono con l'arenga o con la plastica finemente ondulata. Le fibre di cocco di bassa qualità e quelle irregolari vengono filate e trasformate in corde e stuoie.

Nylon

Il nylon è una fibra sintetica le cui sostanze di base sono ottenute dal catrame di carbone, un materiale prodotto in diverse qualità che hanno denominazioni corrispondenti. Le tipologie dipendono dalle necessità d'uso. Particolarmente adatta per le spazzole è la qualità 6.6 o 6.12. La differenza principale tra questi due materiali è l'assorbimento d'acqua: alla saturazione il 6.12 assorbe solo il 3%, mentre il 6.6 l'8 % di acqua. Entrambe sono resistenti all'acqua bollente e raggiungono la deformazione solo a 140 °C. La temperatura permanente può arrivare fino a 100 °C; ciò significa che entrambi i materiali sono adatti alla pulizia a normali temperature. Il nylon è una fibra sintetica con alta resistenza all'abrasione, che anche a contatto intenso con l'acqua subisce solo una leggera perdita di rigidità. Più alta è la temperatura dell'acqua, maggiore è la flessibilità, e la setola in quanto tale rimane stabile. Il nylon è biologicamente innocuo e resistente alla maggior parte degli alcali e degli acidi, ad eccezione dell'acido fosforico, nitrico, cloridrico e solforico e del perossido di idrogeno. È utilizzato per spazzole e rulli tecnici, specialmente quelli che vengono intensamente a contatto con l'acqua, così come per le spazzole per la cura della casa e del corpo. È utilizzato soprattutto per le spazzole igieniche, in quanto possono anche essere bollite.

Piassava

Le piassava sono fibre fogliari di varie specie di palma che si trovano principalmente in Africa. Si distinguono diverse qualità che variano dal morbido al duro fino all'elastico, dal colore marrone chiaro fino al marrone scuro.   La migliore qualità è la para piassava. La piassava viene solitamente lavorata come miscela per un terzo di piassava para e africana, con bassine o, ancora meglio, con l'inclusione di Bahia. Viene utilizzata principalmente per la produzione di spazzatrici stradali e rulli.

PPN

Il PPN è biologicamente innocuo. La temperatura di deformazione è a 120 °C e la sollecitazione continua è di circa 80 °C. Ha un'enorme resistenza all'abrasione ed è essenzialmente resistente agli acidi. Può essere utilizzato per quasi tutte le scope e le spazzole, a seconda dello spessore e dell'arricciatura della setola. È utilizzato principalmente per scope per strade e per grandi spazi.

PVC

Il PVC è una setola simile al nylon. La differenza  fondamentale è che la setola non ha un'elevata resistenza all'abrasione e può resistere ad una temperatura fino a 65 °C al massimo. Il PVC è adatto alla produzione di scope per strade e grandi spazi, ma ha lo svantaggio di essere molto elastico e provocare spruzzi.

Paglia di riso

La paglia di riso non è vuota all'interno come la paglia dei cereali, ma è una fibra piena. Viene lavorata per produrre scope per tappeti. Simile alla paglia di riso è la fibra del gambo del miglio di sorgo, motivo per cui esiste una doppia denominazione: scopa di paglia di riso o anche scopa di sorgo. Vengono usate come scope per tappeti o per rifiuti leggeri (principalmente a sud della Svizzera). Diversi utilizzi nell'allevamento di cavalli. Le migliori scope di questo tipo sono prodotte in Ungheria.

Radice di riso

La radice di riso è un materiale forte e leggermente ondulato che viene estratto dal terreno. La migliore radice di riso si produce in Italia. La radice viene liberata dalla corteccia marrone, sbiancata e solforata, conferendole un colore giallo. È molto complessa da estrarre e quindi relativamente costosa, se di ottima qualità. Spesso si utilizza anche la radice di un'erbaccia che si trova in Messico, che assomiglia alla radice del riso e presenta tuttavia una stabilità nettamente inferiore. Le radici del riso sono utilizzate principalmente per la lavorazione di spazzole e scope,che sono soggette a un'usura molto forte. Per aumentarne le prestazioni di pulizia, si possono anche mescolare le radici del riso con le fibre, ma questo non solo aumenta l'elasticità delle spazzole, ma le rende anche più morbide.  Tuttavia, aggiungendo anche nylon si aumenta di nuovo la stabilità.

Crine di cavallo

Il crine di cavallo è un prodotto animale naturale ottenuto dal pelo lungo delle razze equine per la produzione di scope e spazzole. Le qualità migliori vengono dai peli della coda, meno dalla criniera. I peli hanno una forma conica: sono più stabili e più duri alla radice. Questa parte viene utilizzata principalmente per spazzole di buona qualità come quelle per scarpe, ma può anche essere usata per spazzole per abiti e cappelli a buon mercato, così come per rulli e spazzole per lucidatura. I rimanenti peli della coda vengono utilizzati per realizzare scope in setola e spazzole a mano di alta qualità. Le setole ricavate dalla coda hanno la proprietà di raddrizzarsi di nuovo dopo aver spazzato.  Le migliori qualità provengono da animali nordici. I peli della criniera sono più morbidi e hanno meno elasticità, quindi vengono spesso mischiati con peli sintetici o con peli di mucca, anche se non raggiungono la qualità e le prestazioni dei peli della coda. Una scopa in crine di cavallo è molto elastica, ma ha comunque la capacità catturare anche la polvere più fine, non come le fibre sintetiche. Il crine di cavallo mantiene il materiale spazzato a terra. Grazie alla sua naturale finezza, permette di ottenere  superfici prive di polvere.

Union

L'union come già detto, nasce quando per alcuni tipi di spazzole l'uso di fibre pure è troppo morbido per la lavorazione e si utilizzano quindi miscele come quelle già citate in precedenza. Quella principale è fibra con bassina, da cui nasce l'Union.

Pelo di capra

Il pelo di capra usato per le spazzole proviene dalla Cina ed è estremamente morbido. Viene utilizzato prevalentemente pelo bianco; raramente anche nero. Il pelo di capra europeo non può essere utilizzato a causa della sua lunghezza insufficiente e della mancanza di finezza. Il prodotto naturale cinese è il materiale usato per le spazzole per spolverare i mobili, spazzole da tavolo da disegno, spazzole per bambini, pennelli per il trucco e dischi per la lucidatura.

© Officina svizzera per non vedenti e disabili visivi GMBH

Please publish modules in offcanvas position.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.